23/02/12

Dati sull'Austerità in Europa


Due grafici da Paul Krugman, tanto per rendersi conto, se ce ne fosse bisogno

Buoni dati sui programmi di austerità Europei sono difficili da trovare, ma il FT ha un grafico molto utile:


Non è completo, credo, anche per i vari paesi coperti - per esempio, il Portogallo effettivamente ha imposto un'austerità significativa nel 2011, anche se non è rientrato nel programma del FMI. Comunque, questi dati confermano che la Grecia e l'Irlanda sono stati i campioni dell'austerità, e la Spagna un po' meno.


Allora, quali sono gli effetti sulla crescita?


Beh, tagliare la spesa in un'economia depressa deprime ancor più l'economia, e se non è necessario, non si dovrebbe fare - sarebbe necessario attendere che l'economia diventi più forte.

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Bisogenrebbe chiedere conto a Draghi che pronuncia al WSJ queste parole...non è solo il modello sociale ad essere morto...

    "Draghi a Wsj, modello sociale Ue morto (ANSA) - NEW YORK, 23 FEB - La crisi dell'area euro mostra come il modello sociale europeo e' morto. Lo afferma il presidente della Banca Centrale Europea (Bce), Mario Draghi, in un'intervista al Wall Street Journal.
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2012/02/23/visualizza_new.html_103305071.html

    RispondiElimina